DSC00207 webcinque anni dalla nostra prima partecipazione in bici alle commemorazioni non-ufficiali presso la diga del Vajont. E questa è stata la quarta volta. E sempre in bici naturalmente. In bici non solo perché è bello e divertente pedalare uno affianco l'altro: in bici per significare rispetto dei luoghi, dei mondi e delle persone che viviamo. Come i cari amici del Comitato di Cittadini per la Memoria del Vajont.
E come sempre torniamo da "là" più motivati, magari anche più sgomenti, ma sempre più concretamente legati a quel filo di compartecipazione umana nata sulle macerie di quest'immane strage di civili.
Quest'anno gli amici di Liberalabici di Conegliano hanno con la Fiab di Belluno promosso un Vajont in perfetto stile Paciclica: ognuno in bici da casa sua coi tempi e modi che predilige.
E proprio questo loro "volerci essere" può consentirci di immaginare una Pedalata di Impegno Civile durante il 50esimo del Vajont del prossimo anno, con tanti altri motivati ciclisti dal Veneto, al Friuli dalla  Lombardia e oltre. Ce lo auguriamo.
Sarebbe per tutti noi un modo per «dare» davvero qualcosa a quei luoghi e ai loro cuori.
 
rsz img 6179 webla redazione di paciclica.it

Share Buttons by E-MAILiT

Share Buttons by E-MAILiT

Privacy  -  Informativa cookie
Statistiche     

Questo sito utilizza cookie per scopi funzionali. Continuando a navigarci ne accetti le condizioni.