salvaiciclisti N nTutti a Roma! dice l'appello per Salvaiciclisti sul sito Fiab.
Chissà da quanti Amici della bici di tutt'Italia verrà seguito. Non trattandosi di un evento programmato del calendario Fiab l'andarci o no dipenderà dalle disponibilità individuali dei soci, c'è solo da augurarsi che siano in tanti a trovarle.

Le motivazioni crediamo possano essere molte, non solo "ciclistiche" ma più generali, come il sogno di una società più a misura d'uomo, un'utopia che sappiamo possibile o almeno «approssimabile», nella quale la bici diventi il mezzo di tutti.
Comunque sia, il grido d'allarme partito dal Times di Londra contro i troppi morti in bicicletta sulle strade inglesi, portato in Italia grazie all'iniziativa in rete dei siti ciclistici è diventato in neanche tre mesi un grande fiume sotterraneo. E se domani uscirà tutto allo scoperto su via dei Fori imperiali segnerà una data di cui tener conto. Sarà la rivelazione di quanto sia forte nella società il bisogno di cambiamento, non solo e non tanto per una ciclabilità più sicura. Si va dalla mobilità fino al modo di stare insieme... praticamente una rivoluzione. Silenziosa e pacifica come la bici.
In fondo anche Paciclica con le sue iniziative cerca un orizzonte un po’ più ampio di quello strettamente ciclistico. La pace, la solidarietà, l’ambiente, presupposti di una società civile, possono anche essere mete da raggiungere in bici, per contribuire alla loro difesa..ma sapendo che il guadagno è anche per i ciclisti.
Per noi è una ragione in più per aderire a Salvaiciclisti.

Gino Ferri, per la redazione di paciclica.it




paciclica global warming


Privacy  -  Informativa cookie
Statistiche     

Questo sito utilizza cookie per scopi funzionali. Continuando a navigarci ne accetti le condizioni.