EARTHstopglobalwarming 3

Scrive Naomi Klein […] Non sappiamo con esattezza come sarebbe un mondo più cal­do di 4 gradi, ma anche nella migliore delle ipotesi lo scenario sarebbe disastroso.
Il caldo, inoltre, ridurrà drasticamente i raccolti in tutto

il globo (il grano in India e il granturco negli Stati Uniti potrebbero subire un calo addirittura del 60 percento), proprio quando la domanda avrà un im­pulso a causa dell'incremento della popolazione e della crescente do­manda di carne. E dato che le coltivazioni, oltre allo stress termico, dovranno far fronte anche ad eventi estremi come siccità su ampia sca­la, inondazioni o infestazioni di insetti, l'effettiva contrazione dei rac­colti potrebbe essere molto più grave di quanto previsto dai modelli. Se in tale scenario aggiungiamo i devastanti uragani, gli incendi fuori controllo, il tracollo dell'industria della pesca, le estese interruzioni nell'approvvigionamento idrico, le estinzioni e le malattie diffuse su scala globale, diventa davvero difficile immaginare di mantenere la pace e l'ordine in una società (a patto, certo, che in tali condizioni una società possa esistere).

Naomi Klein
da “Una rivoluzione ci salverà” (2015, pag. 26)

 

Abbiamo riportato questo frammento dall'ultimo saggio di Naomi Klein per riflettere sulle sue argomentazioni di studiosa del capitalismo che lotta contro le conseguenze catastrofiche di uno sviluppo senza limiti, non sostenibile. E per ricordarci che Paciclica, in fondo e nel suo piccolo, è nata anche per veicolare un messaggio di sostenibiltà (insieme al piacere di andare in bici).

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

0
0
0
s2sdefault


Privacy  -  Informativa cookie
Statistiche     

Questo sito utilizza cookie per scopi funzionali. Continuando a navigarci ne accetti le condizioni.