25aprile verona webDopo la pubblicazione pochi giorni fa del Rapporto Onu sul Cambiamento Climatico, la bici diventa ancor più adatta per andare a manifestare per la Pace e il Disarmo come in tanti si apprestano a fare il

 

 

25 aprile all’Arena di Verona, compresa una delegazione Paciclica da Brescia. Adatta, in quanto simbolicamente “pacifica”, nel suo essere mezzo di trasporto leggero, non invasivo, facilitatore dei rapporti umani; e pacifica anche tecnicamente nel suo essere mezzo ecologico,non inquinante: cosa essenziale oggi — a giudizio del Gruppo di scienziati autori del Rapporto — per scongiurare prevedibili sconvolgimenti climatici in futuro. La diagnosi contenuta nel documento Onu non lascia spazio a dubbi. Il Riscaldamento climatico è un fatto accertato, causato principalmente dalle emissioni di gas serra dei combustibili fossili, dice il testo, e in mancanza di immensi e urgenti sforzi di adattamento delle società, la stabilità e la sicurezza nel mondo sono minacciate a media scadenza. Si prefigurano siccità e desertificazione, scioglimento dei ghiacciai e aumento di livello dei mari,migrazioni di popolazioni e conflitti etnici. Ecco perché la bici nell’andare a manifestare contro gli armamenti che dissipano le finanze degli stati e li predispongono alle guerre, può significare anche, concretamente con il suo "no-oil" la volontà di "fare pace con l’ambiente" (come dice padre Zanotelli promotore dell’Arena di Pace), di disarmare nei confronti della natura.
"La lotta contro il cambiamento climatico richiede una cooperazione internazionale fra gli stati senza precedenti" ha dichiarato il presidente del Gruppo dei 300 scienziati Onu. Di fatto equivale a un’esortazione generale a fare la pace e non è un caso che il Gruppo sia stato premiato proprio col Nobel per la Pace nel 2007 per il valore di monito del loro precedente Rapporto pubblicato quell’anno.
Dopo l’avviso ai governi, che devono prendere le decisioni opportune, ce n’è anche per i singoli cittadini ai quali è richiesta una “trasformazione dei modi di vita” nel senso di adattarli alle esigenze ambientali. Risparmiare energia tanto più quella proveniente da fonti non rinnovabili come il petrolio, che non inquinano solo l’aria che respiriamo ma compromettono l’equilibrio del pianeta, ora ha valore di gesto di pace.
Sarebbe bello se all’Arena di Pace almeno una bici fra le tante che arriveranno salisse sul palco a rappresentare simbolicamente una via di cambiamento necessaria. A Perugia nel 2011 era successo: tutti i partecipanti a Paciclica avevano avuto l’onore di arrivare fin sul palco della Tavola della Pace per salutare la grande platea dei ragazzi.

per ulteriori informazioni clicca qui




paciclica global warming


Privacy  -  Informativa cookie
Statistiche     

Questo sito utilizza cookie per scopi funzionali. Continuando a navigarci ne accetti le condizioni.