Milioni di egiziani si trovano di fronte a una scelta che segnerà il loro destino. In migliaia sono stati arrestati, feriti o uccisi nei giorni scorsi. Ma se continueranno le loro proteste pacifiche, potrebbero porre fine a decenni di tirannia. I manifestanti hanno chiesto la solidarietà internazionale, ma la dittatura è consapevole della potenza dell'unione in momenti come questi, e infatti hanno cercato di tagliare le comunicazioni degli egiziani con il resto del mondo e fra di loro spegnendo internet e i cellulari. Le comunicazioni via satellite e via radio possono però ancora sfondare il blackout imposto dal regime. E' un momento decisivo, e ogni ora è cruciale: clicca qui per firmare il messaggio di solidarietà col popolo egiziano eludendo il blackout imposto dal regime.



Privacy  -  Informativa cookie
Statistiche     

Questo sito utilizza cookie per scopi funzionali. Continuando a navigarci ne accetti le condizioni.