abbadoPer come cerchiamo, nel nostro piccolo gruppo di Paciclica, di esprimere i valori dell’ambientalismo e della solidarietà, ci sembra doveroso ricordare la figura luminosa di Abbado come esempio di sensibilità sociale e impegno civile.
“È stato un miracolo della musica e lascia un segno profondo e indelebile nella storia dell’interpretazione musicale” è uno dei tanti apprezzamenti della critica per Abbado.
Ma si spendeva anche tanto per la diffusione
 
della musica e della cultura in generale.
Aveva portato l’orchestra della Scala nelle fabbriche, contro l’idea della musica “alta” esclusiva delle classi alte e si sentiva in dovere di educare i giovani alla musica (era sostenitore del sistema venezuelano delle scuole di musica per togliere i ragazzi dalla strada) e di aiutare i giovani musicisti (aveva creato nel ’78 l’orchestra europea dei giovani e nel 2004 l’orchestra Mahler a Bologna).
Era da anni un fervente ambientalista. Fra le poche frasi che disse nella solennità della cerimonia per la cittadinanza onoraria a Bologna c’era questa “Desidero una città respirabile con tanti alberi e tante piste ciclabili”
In questa foto possiamo immaginarcelo un po’ compagno di pedalate.


Privacy  -  Informativa cookie
Statistiche     

Questo sito utilizza cookie per scopi funzionali. Continuando a navigarci ne accetti le condizioni.