web IMG 740621 febbraio SETTAT - BEN GUERIR km 99 dislivello in salita m 490

Tappa molto scorrevole grazie al vento in coda attraverso un verde e rigoglioso paesaggio collinare. Arrivo a metà pomeriggio nell'anonima cittadina di Ben Guerir e dal momento che per Marrakech c'è ancora tanta strada e non ci sono centri abitati di una certa dimensione collocati in posizione intermedia, decido di fermarmi qui.

Il problema è che non vedo nessun hotel o alberghetto: chiedendo in giro la gente mi indica l’unica sistemazione esistente, un albergo molto spartano ed economico dove - mi si dice - si spendono 30 dirham. Il posto lo trovo, si web IMG 7401chiama "Hotel Milano" e si vede perfino da fuori che è un cesso. Il titolare mi domanda subito 100 dirham e quando gli faccio osservare che il prezzo è esagerato si incazza blaterando in arabo davanti agli altri due o tre tizi presenti che ridacchiano. Comunque non ho alternative e accetto senza piu protestare. La camera comunque è una vera topaia e i bagni in comune invitano a soddisfare i propri bisogni all'aperto. Il posto è talmente squallido e la ghigna degli avventori così poco rassicurante che temo perfino per la sicurezza della Cangura anche se è stata chiusa in un garage vicino. Trascorro la notte avvolto nel sacco a pelo senza quasi chiudere occhio.

 

22 febbraio BEN GUERIR - MARRAKECH (CONCLUSIONE) km 75 dislivello in salita m 260

Al mattino quando apro il garage con grande sollievo ritrovo la Cangura, ma il tizio dell'Hotel mi fa sborsare altri 20 web IMG 7402dirham per "il servizio custodia". Con il sollievo di potermene andare da questo postaccio e la voglia di raggiungere Marrakech, i chilometri dell'ultima tappa sfilano veloci. Alle 13, con un filo di emozione riattraverso le Mura della Medina sotto le arcate della Bab (porta) Doukkala. Quarantadue giorni prima, in una fredda mattina, con un umore grigio e la testa piena di interrogativi varcavo quella porta per muovere i primi passi di un avventura che mi avrebbe portato ancora una volta a rivivere lo spirito del viaggio. Tutto sommato sono contento. Contento di aver portato a termine il viaggio e di avere superato soprattutto nella parte iniziale, i timori e le paure che nascono quando ti trovi da solo a fare i conti con te stesso ed una realtà sociale e culturale cosi diversa dalla nostra. Contento di avere visitato un paese, nonostante alcune esperienze non proprio memorabili, straordinariamente bello, interessante e vario, carico di tradizioni ed esotismo ma allo stesso tempo moderno e molto, molto vicino all'Europa. Contento per l'interesse e il sostegno web IMG 7396avuto per questo progetto, nonostante sia stato ideato e raffazzonato nell'arco di poche settimane, da parte del Gruppo di Paciclica e degli Amici della Bici. Un vivo ringraziamento ad entrambi.

Un saluto ed un vivo ringraziamento a Massimo che è sempre il primo ad entusiasmarsi quando mi frulla l’idea di partire ed è la mia "Sala controllo"; a Gino che ha passato una vita a "documentare" e che comprende appieno la straordinaria capacità di "documentare" che offre il viaggiare in bicicletta; a Sergio, che ha scrupolosamente e accuratamente preparato la mia Cangura e a Tony, che mi è stato di grande e concreto aiuto fornendomi appoggio "satellitare" (lo Spot) e facendomi conoscere una persona fuori dal comune come Giacomo.

 

UN ABBRACCIO A TUTTI , FRANCESCO

 

p.s.

ora mi fermo qui giovedi e venerdi. Sabato prendo il volo per l’Italia

 

non contemplato:

ciao Max, è finito anche questo viaggio, alle 13 sono arrivato in piazza Djemaa El Fna e qui nel cuore di Marrakech si è concluso idealmente il mio viaggio. Ho trovato alloggio nella Medina, nello stesso Riad (Riad Du Petit Prince) che mi aveva ospitato appena arrivato (qui per tutti i 40 giorni ho lasciato in deposito la sacca per la bici utilizzata per il volo). L'aereo ce l'avrò sabato alle 9:15 e arriverò a Bergamo verso le 13:30. Ho già diversi appuntamenti per il libro:

  • il 27 febbraio a Parma
  • il 16 marzo a Milano
  • il 23 marzo a Poncarale
  • il 27 a Milano a Ciclobby
  • il 1 aprile a Milano con Scarabelli


Paciclica è Pedalare per Impegno Civile

  • paciclica
    in piazza Loggia per un fiore con la Casa della Memoria (2010)
  • paciclica
    Paciclica con i ragazzini (2010)
  • paciclica
    Paciclica in bici coi ragazzini di Borgosatollo (2011)
  • paciclica
    Paciclica assieme ad un centinaio di giovanissimi adulti (2011)
  • paciclica
    Paciclica accolta al Forum 1000 Giovani per la Pace (2011)
  • paciclica
    Paciclica accolta al Forum 1000 Giovani per la Pace (2011)
  • paciclica
  • paciclica
  • paciclica
  • paciclica
  • paciclica
    Paciclica a Perugia con un mezzo d'eccezione (2016)
  • paciclica
    Paciclica alla Marcia con uno dei suoi striscioni (2014)
  • paciclica
    Paciclica per Impegno Civile e per Passione (2010)
  • paciclica
    Paciclica alla Marcia per la Pace di Aldo Capitini (2018)

Share Buttons by E-MAILiT

Privacy  -  Informativa cookie
Statistiche     

Questo sito utilizza cookie per scopi funzionali. Continuando a navigarci ne accetti le condizioni.