Testata ride tor2016Dopo l'esperienza entusiasmante della Venezia Parigi in occasione della Conferenza Mondiale sul Clima di Parigi del novembre/dicembre 2015, eccoci tornare in sella da Venezia a Torino dal 29 ottobre al 2 novembre.
Aggiungiti a noi e pedala per qualche minuto, qualche ora, o per qualche giorno.

 

IL PROGETTO

 

Pedalare è il modo semplice e silenzioso con cui vogliamo sottolineare l’importanza che riveste la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico per ogni comune cittadino.  Il farlo insieme ad altre persone, che si uniscono a noi perché condividono la finalità del nostro progetto, è il modo con cui vogliamo rafforzare la richiesta per dei cambiamenti non più derogabili. La dimostrazione della volontà di molti cittadini di sposare l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto fondamentale, soprattutto nelle aree urbane.

Questo deve essere supportato però da decise scelte pubbliche in termini d’infrastrutture. Abbiamo quindi deciso di sottolineare tre punti chiave con il nostro tour:

il collegamento tra Mestre/Marghera e Venezia, incredibile tassello finale di ciclovie a livello europeo e della viabilità cittadina;
gli argini del Po, a simboleggiare la necessità di attrezzare la maggior parte degli argini dei fiumi per la ciclabilità;
il nuovo progetto di ciclovia del Tanaro.

Prendiamo atto dell’importante stanziamento di 35 milioni di euro per la mobilità leggera messi a disposizione nell’ultimo collegato ambientale. Adesso è necessario garantire un loro utilizzo per opere utili e accorte e auspicare un effetto moltiplicatore di altre disponibilità finanziarie a livello locale.

Come già nel 2014 e nel 2015, anche quest’anno vorremmo dare significato ad ogni tappa, incontrando i rappresentanti delle diverse città che si occupano di cambiamento climatico, organizzando eventi finalizzati a presentare e discutere con i cittadini sia gli aspetti scientifici del cambiamento climatico e sia altri più legati alla quotidianità.

La comunicazione dell’evento sarà impostata con il fine di facilitare quanto più possibile la libera partecipazione alla pedalata in bicicletta di tutti in modo che, attraverso una chiara indicazione del percorso e degli orari di avanzamento, ognuno possa decidere di essere parte del progetto anche solo per pochi km. L’idea di fondo è quella di creare un fiume di ciclisti destinato a cambiare continuamente di dimensioni, allargandosi e restringendosi così nelle varie sezioni del tracciato.

PERCHÉ PEDALARE FINO A TORINO

Dopo aver raggiunto Copenaghen nel 2014 e Parigi nel 2015, RWU torna a pedalare per mantenere alta l’attenzione sul tema del cambiamento climatico e in particolare sui negoziati dell’UNFCCC, che quest’anno si terranno a Marrakech, Marocco, dal 7 al 18 novembre (COP22).

L’anno scorso è stato raggiunto l’Accordo di Parigi, ma adesso è necessario dare avvio a un importante transizione verso un’economia a basso contenuto di carbonio, che non può permettersi alcuna sosta o incertezza. Una simile prospettiva deve necessariamente riservare un posto d’attenzione alla mobilità leggera e all’uso della bicicletta nelle aree urbane.

L’urgenza di questo passaggio è evidente anche in termini di salute, visti i continui superamenti dei limiti delle polveri sottili nella pianura padana, area particolarmente delicata per le sue caratteristiche geomorfologiche. Abbiamo deciso così di attraversare l’intera pianura, fissando il nostro punto di arrivo a Torino, presso l’Ospedale Regina Margherita, dove incontreremo medici e pazienti del reparto Oncologico Pediatrico.

IL VIAGGIO

La partenza avverrà simbolicamente venerdì pomeriggio 28 ottobre con il prologo Venezia-Marghera, mentre la mattina di sabato 29 ottobre vi sarà la partenza ufficiale del tour da Marghera. Già nel 2014 abbiamo raccolto la promessa della politica locale di poter inaugurare simbolicamente la pista ciclabile che doveva collegare il Ponte della Libertà con Mestre/Marghera. Il prologo rappresenterà quindi ancora l’occasione per sottolineare l’importanza di un sicuro collegamento ciclabile tra l’isola e la terraferma.

Di seguito il dettaglio dell’itinerario del viaggio.
28/10 Prologo Venezia-Marghera
29/10 1 tappa: Marghera-Governolo (MN): km 159
30/10 2 tappa: Governolo-Cremona (CR): km 125
31/10 3 Tappa Cremona (CR)-Pavia (PV): km 130
01/11 4 tappa Pavia (PV)-Asti (AT): km 130
02/11 5 tappa Asti (AT)-Torino /TO): km 75

Alcune significative immagini della Venezia-Parigi in bici in occassione della Conferenza Mondiale sul Clima.

14699718 10154143398363871 934900711 n

 

ridewithus2016

 

14696811 10154143398483871 511873061 n

 

per ulteriori info cliccate qui

oppure telefonare a Alberto Fiorin al 320 4253630

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

0
0
0
s2sdefault


Privacy  -  Informativa cookie
Statistiche